Le più belle escursioni in kayak e canoa in Puglia

Fare kayak in Puglia è una esperienza unica! La Puglia è una delle più belle regioni del mondo. Il National Geographic ha inserito la Puglia fra le 21 migliori destinazioni del mondo per il 2014“La Puglia – si legge nelle motivazioni – vanta il meglio dell’Italia meridionale: i ritmi di vita, le tradizioni, la bellezza dei luoghi. Indomita.”. Ulteriore analogo riconoscimento è quello cha la Puglia si è vista assegnare, a fine 2013, dalla celebre guida australiana Lonely Planet, che l’ha inserita al secondo posto fra le top ten “Best value travel destinations in the world for 2014″.

Guarda il CALENDARIO delle escursioni
escursioni kayak puglia
mappa delle escursioni in kayak nel nord della Puglia

Dove fare kayak in Puglia?

Chi ama le escursioni in kayak, in Puglia ha solo l’imbarazzo della scelta. La Puglia ha un perimetro costiero pari a 820 km, ai quali si devono aggiungere i circa 50 km delle isole Tremiti. Basta citare, sul tratto adriatico, il Gargano, le Isole Tremiti, la costa di Polignano e Monopoli. Nel Salento poi, abbiamo la maggiore concentrazione di spiagge e tratti di costa a dir poco stupendi: Torre dell’Orso, Otranto, Santa Cesarea Terme, Castro, Ciolo, Santa Maria di Leuca e, sul tratto ionico, Ugento, Gallipoli, Porto Selvaggio, Porto Cesareo, Torre Lapillo e San Pietro in Bevagna. Ce n’è per tutti i gusti. Spiagge meravigliose dalle acque cristalline e tratti di costa rocciosa pieni di anfratti e grotte, tutti da esplorare.

In questo articolo ci concentreremo sulla parte nord della Puglia, escludendo quindi la parte più meridionale, costituita dal Salento, che vedremo invece in un articolo a parte.

Usiamo il kayak per visitare la Puglia

La canoa e in particolare la sua versione più performante, il kayak da mare, è il mezzo perfetto per le esplorazioni sottocosta. Infatti le sue ridotte dimensioni permettono di raggiungere posti e spiagge altrimenti irraggiungibili via terra o con grosse imbarcazioni a motore. La prospettiva dal mare poi regala emozioni indescrivibili, difficili da raccontare o esprimere a parole. Ora non ci resta altro che descrivere i luoghi più belli dove fare escursioni in kayak e canoa nel nord della Puglia.

San Domino – Isole Tremiti

il periplo in kayak dell’unico arcipelago presente in Puglia

Puglia in canoa: Cala Pagliai
Cala Pagliai

Le Isole Tremiti rappresentano uno dei posti più incontaminati della Puglia. Sono un area marina protetta e fanno parte del Parco Nazionale del Gargano. L’arcipelago è composto da cinque isole. Due sono abitate: San Nicola e San Domino. Le altre, Capraia, Cretaccio e la lontana Pianosa invece sono disabitate.

Escursione in kayak in Puglia n° 1

DISTANZA: 8.2km
DURATA: 2-3 ore
DIFFICOLTA’: facile/media

La più bella isola da girare in kayak dell’arcipelago e in generale della Puglia è senza dubbio San Domino. E’ piena zeppa di grotte bellissime, una diversa dall’altra. Purtroppo non c’è possibilità di noleggiare kayak o fare escursioni guidate, quindi si è costretti, se si vuole visitare l’arcipelago, a portare il proprio kayak in traghetto da Termoli e utilizzare lo scivolo adiacente il porticciolo di San Domino per l’imbarco e lo sbarco.

circumnavigazione di San Domino in kayak

Nel 2018 ho effettuato il periplo di tutte le isole dell’arcipelago e ho ripreso i momenti di navigazione più belli durante il giro di San Domino in questo video.
I kayakers più allenati riusciranno senz’altro a girare tutte le isole (tranne Pianosa) in una sola giornata di navigazione. Conviene scegliere una giornata di mare assolutamente calmo, senza maestrale, e girare San Domino e San Nicola nelle 7 ore che intercorrono tra l’arrivo al porto del traghetto, 9:30 circa, alla partenza dello stesso nel pomeriggio, 16:30 circa. E’ importante dotarsi di un carrellino per trasportare il kayak in traghetto e sulla banchina.

Consigli utili

Per chi vuole rimanere due o più giorni, magari per fare una visita a terra o per percorrere meno miglia giornaliere col kayak, si pone il problema del pernotto. Ci sono purtroppo poche spiagge adatte al bivacco notturno. C’è la spiaggia di Cala delle Arene e quella di Cala Pagliai, entrambe vicine al porticciolo di San Domino. La prima, essendo l’unica spiaggia attrezzata di tutto l’arcipelago ed essendo per giunta alquanto stretta, è gremitissima d’estate.

Puglia in canoa: Cala delle Arene
Cala delle Arene

Può andare bene per un bivacco da ottobre fino a maggio. La seconda è una spiaggia con unico accesso dal mare e interdetta per via del pericolo di caduta massi ma è bellissima!

Puglia in canoa: Cala Pagliai
Cala Pagliai

D’estate è l’unica alternativa. Cercate di non farvi notare, non accendete fuochi (ricordate che siete sempre in un parco), montate la tenda con l’oscurità e smontatela di buon mattino. Se userete queste premure non avrete problemi.

Costa est del Gargano

a spasso col kayak tra i faraglioni del promontorio più grande della Puglia

Puglia in canoa: Arco di San Felice
Arco di San Felice

Il promontorio del Gargano, detto anche lo “sperone d’Italia”, è una zona ricca di bellezze naturali, alla pari del ben più blasonato Salento, altro gioiello della Puglia. Lungo la costa si possono trovare degli antichi torrioni di avvistamento o, su quelle più alte, i caratteristici trabucchi, delle ingegnose macchine da pesca costruite interamente in legno, ora quasi tutti riconvertiti in ristoranti.
Il Gargano è sede dell’omonimo Parco Nazionale dal 1991. Le sue coste sono caratterizzate dalla presenza di lunghe spiagge e di pendii alti e scoscesi ricoperti a vegetazione. Caratteristica è la roccia abbastanza friabile di color giallino costituita principalmente da calcare. Essa regala alle acque un particolare colore verde che la distingue da quella della restante costa pugliese.
Il tratto di costa che va da Mattinata a Vieste è semplicemente stupendo! Ha una costa altissima e frastagliata ed è ricco di grotte, alcune delle quali immense!

Escursione in kayak in Puglia n° 2

DISTANZA: 16km (a/r)
DURATA: 5-6 ore
DIFFICOLTA’: media

Il primo percorso che consiglio di effettuare è lungo circa 16km. Parte dalla spiaggetta di Baia della Pergola, facilmente raggiungibile con l’auto. Con i kayak si andrà in direzione nord fino alla spiaggia di Baia San Felice. Nel percorso si potranno ammirare una miriade di grotte, tra cui le famosissime Grotte Sfondate, piccola e grande. Consiglio vivamente, una volta arrivati alla Baia di San Felice di allungarsi acora un po’ e passare sotto il famoso Arco di San Felice. Qui potete vedere un video di un’escursione effettuata in kayak nel 2019.

percorso in kayak (verso nord) lungo la costa est del gargano

Escursione in kayak in Puglia n° 3

DISTANZA: 17km (a/r)
DURATA: 5-6 ore
DIFFICOLTA’: media

Il secondo percorso che consiglio di effettuare è lungo circa 17km. Parte sempre dalla spiaggetta di Baia della Pergola e scende fino alla spiaggia di Vignanotica. il percorso è pieno zeppo di grotte e calette ma il fiore all’occhiello è il passaggio per la monumentale Baia delle Zagare.

Puglia in canoa: baia delle zagare
Baia delle zagare
percorso in kayak (verso sud) lungo la costa est del gargano

Evitate se potete di sbarcare sulle spiaggia di Pugnochiuso. E’ una spiaggia privata ed è consentito l’accesso solo ai clienti del villaggio turistico che sorge all’interno. Un vero peccato, in quanto è considerata una delle più belle spiagge del Gargano. In compenso ce ne sono tante altre, più piccole ma non per questo meno belle. Vi consiglio di individuarle in anticipo così da poterci arrivare senza problemi in navigazione, con l’ausilio magari del cellulare o di un GPS.

Polignano a Mare

una delle località più famose della Puglia vista dalla prospettiva unica del kayak

Puglia in canoa: vista dal mare della costa di Polignano
vista dal mare della costa di Polignano

Polignano è una delle mete più ambite dai turisti in Puglia. A migliaia, in qualsiasi mese dell’anno, accorrono per vedere il paese di Domenico Modugno. Una perla a pochi km dal capoluogo di regione. Il panorama dal mare è da urlo, senza uguali in Puglia! Per noi canoisti la vera ricchezza del paese consiste nella sua alta costa rocciosa a strapiombo sul mare. Qui si trovano una miriade di grotte, una più bella dell’altra. Da mare è possibile visitare la famosa Lama Monachile, due pareti di roccia a strapiombo e una piccola insenatura nel mezzo.

Puglia in canoa: Lama Monachile vista dal mare
Lama Monachile vista dal mare

Il promontorio roccioso che delimita la baia a sud è il Bastione di S. Stefano. Famoso per essere il trampolino di lancio alto 27m per una tappa del campionato mondiale di tuffi, il Red Bull Cliff Diving, nel mese di ottobre. Proprio sotto troviamo una bellissima grotta con doppia entrata in cui è possibile infilarci con le nostre canoe. Proseguendo verso sud troviamo, degna di attenzione, la Grotta dell’Arcivescovado, la grotta con la più ampia entrata di Polignano. Si racconta che i prelati polignanesi che abitavano la casa vescovile proprio sopra, la usassero, grazie ad un cunicolo scavato nella roccia, come via d’uscita verso il mare in caso di invasioni nemiche.

Grotta Palazzese: visitiamo la più famosa grotta della Puglia in kayak

A qualche centinaia di metri verso sud c’è la Grotta Palazzese, la più grande di tutte le grotte di Polignano. E’ chiamata così poichè apparteneva ai marchesi Leto, feudatari di Polignano nel 1700. Si può accedere alla grotta sia da terra, attraverso una piccola scala ricavata nella roccia dai marchesi Leto, sia dal mare tramite due aperture.
Una ampia terrazza sovrasta la grotta e permette ai visitatori di ammirarla in tutta la sua maestosa bellezza. Dentro è formata da un doppio open space di forma icircolare. Ha due ingressi e una piccola spiaggia di ciottoli di fronte all’ingresso sud. La grotta è sede da diversi decenni di un ristorante, con annesso albergo, conosciuto in tutto il mondo.

Puglia in canoa: grotta palazzese
Grotta Palazzese

Oltre alla famosa Grotta Palazzese ce ne sono tantissime altre, visitabili in ogni loro meandro solo ed esclusivamente col kayak.

Le altre cose da vedere lungo il percorso

La più bella e caratteristica di tutte, a parere del sottoscritto, è la Grotta Sotto Favale. Unica per la trasparenza e i riflessi delle sue acque è ideale per una sosta con i kayak al suo interno. Una doppia spiaggetta di ciottoli permette di sbarcarci comodamente. Possiamo fare il bagno, ripararci dalla calura estiva ed esplorare il passaggio nella roccia che la collega alla grotta adiacente. Una volta ripartiti si può continuare a visitare l’alta costa, circumnavigare l’Isolotto dell’Eremita e approdare infine alla spiaggetta di ciottoli di Portalga, un porticciolo di pescatori ricavato in un’insenatura alla cui estremità vi è un gruppo di case bianche con infissi blu che ricorda molto quelle delle isole greche.

Per ulteriori informazioni sulle grotte vi consiglio di leggere questo articolo, corredato di immagini, dove descrivo una per una tutte le grotte di Polignano a Mare.

Escursione in kayak in Puglia n° 4

DISTANZA: 5km (a/r)
DURATA: 2-3 ore
DIFFICOLTA’: facile

Escursione in kayak a Polignano a Mare - Puglia and Salento by kayak!
Escursione in kayak a Polignano

L’escursione in kayak a Poilgnano è una nuova escursione che effettuiamo come tour guidato. Il percorso che seguiamo è lungo 3+2km, considerando l’andata e il ritorno senza ingressi nelle grotte.

percorso in kayak a polignano
percorso in kayak a polignano
Puglia in canoa: momento durante l'escursione
Momento durante l’escursione

Il tratto di costa visitato va da Lama Monachile fino all’isolotto dell’Eremita, mentre i punti di imbarco e sbarco utili all’escursione sono Portalga (a sud) e Cala Paura (a nord).

Abbiamo visto dove fare kayak o canoa nella parte alta della Puglia. Se vuoi scoprire dove fare kayak nel Salento puoi leggere questo articolo.

× Whatsapp